Inno Alla Bellezza

Se l’italiano è la lingua della poesia,
Patria di Petrarca nella sua corona a tre punte,
E il francese la lingua degli innamorati,
Patria di Hugo, Baudelaire e Francois Villon,
E il russo la lingua di neve e foreste
Dove è cresciuto l’abete rosso di Checkov, Pushkin e Lermontov,
Il cinese è la lingua dei fiumi che scorrono,
Dare alla luce Cao Xueqin e i tre grandi salici,
Dove emergono le parole della bellezza non posso andare.

Perdonami per le lingue nobili che non ho ancora incontrato,
Lingue spagnole, portoghesi e settentrionali,
Perdonami se le mie parole suonano
Come una corteccia stanca, sradicata e vuota,
Ho perso il conto dei dolori della mia patria,
Perché l’inglese si perde come il sangue
In una prosa sanguisuga.